Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA

Pubblicato su da Gabriella

STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA

Prima di inoltrarci nel tema spinoso della situazione energetico-spirituale dell'uomo, ovvero di anima in riferimento al fenomeno delle abduction, in questo articolo andremo a fare un escursis generale per fissare il quadro sul sistema di credenze che hanno accompagnato il decadentismo dell'essere umano.
Più che collegare il fenomeno UFO alle entità chiamate dèi, possiamo affermare che sono la stessa cosa. Abbiamo detto che gli dèi cercano nel nostro mondo una cosa ben precisa, l'energia vitale, ed è così che il "Sapiens" è spogliato inavvertitamente del prodotto più nobile che egli stesso produce: il distillato finale dell'esperienza umana, della sua vita.
 
Il Sapiens deve nascere, soffrire, amare, godere, riprodursi, costruire civiltà, distruggerle, ammalarsi e morire solo per il beneficio di potenze superiori invisibili, coloro che capitalizzano il prodotto vitale. Il Sapiens pertanto è uno schiavo per l'eternità, nonostante esemplari individuali e isolati (separati dal gruppo), possono arrivare a essere liberi dalla "grande manipolazione cosmica".
Cercheremo di spiegare come gli dèi nel corso dei secoli abbiano ottenuto e continuino ad ottenere che l'umanità tutta si adegui ai loro desisderi e facciano quello che a loro è confacente. Cercheremo inoltre di capire le strategie che essi stessi hanno usato per ottenere che gli esseri intelligenti facciano involontariamente, senza rendersi conto di essere manipolati, ciò che a loro interessa.
STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA
STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA
STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA
STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA
Il cervello umano contiene e produce una relativamente piccola quantità di energia che, nella sua unicità ha, a malapena, la forza per far funzionare la macchina biologica, cioè il corpo a cui appartiene. Questa energia singola è di poca utilità per gli dèi ma unita a quella di altri cervelli diventa molto potente, facilmente estraibile è più utilizzabile. Questa strategia mira a unìre non solo le menti ma anche i corpi, in modo che siano riuniti nel minor spazio possibile, e ciò facilità il compito di governare gli umani. Per ottenere lo scopo gli dèi idearono uno dei fenomeni sociologici più antichi registrati nella storia: le religioni.
L'uomo che ha uno spirito profondamente religioso (particolarmente nella religione cristiana), in cui la morte si pone in attesa di quel momento da cui dipende tutta l'eternità, felice o fra mille tormenti ha sempre aderito a una qualsivoglia credenza.
 
Oltre a questo stato d'animo in un uomo profondamente religioso vi sono molto momenti in cui l'anima (E.V.) si carica di emozioni, nel Medioevo sembrava proibita la gioia di vivere e che tutto ciò che era piacevole fosse peccato, era la logica conseguenza della "valle di lacrime" nella quale gli esseri umani erano condannati a vivere. Tuttavia pare che tutte le grandi religioni vedano come perfezionamento di questa vita "il dolore che porta a DIO". Altro due aspetti che propugnano le religioni sono l'unione nella fede e la divisione attraverso l'odio reciproco per lo stesso motivo, ottenendo ciò che vogliono, la guerra e quindi il "Sacrificio" per compiacere gli dèi. Tuttavia, non di meno, nei pentagoni di ogni paese ci sono delle menti paranoiche a pianificare le mattanze umane che saranno giustificate con motivi patriottici.
 
 
STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA

Se come dicevamo gli dèi cercano il dolore, l'eccitazione e il terrore perché il cervello umano produca in abbondanza le onde che interessano loro, e ancor meglio, le vittime umane stroncate violentemente con spargimento di sangue, allora dobbiamo convenire che la guerra è lo strumento perfetto. Le guerre di religione poi sono le più feroci, per difendere il proprio Dio tutto è lecito. La parola d'ordine, oggi come ieri, è annientare chi viene ritenuto eretico, illuminato, riformatore o stregone. Unito al grande fenomeno della patria abbiamo un altro fatto storico omnipresente: la grande diversità di lingue che si parlano sul pianeta e che rendono difficile l'uniformità della conoscienza anche se di diversa cultura, in quanto la necessaria traduzione viene spesso deformata sia spontaneamente che premeditatamente durante la trascrizione, non solo a partire dai testi sacri dell'antichità, che hanno dato luogo a innumerevoli equivoci e contraddizioni tuttora evidenti.

La diversificazione delle lingue, il "non capirsi" ossia l'assenza di comprensione, rende enormemente difficile la comunicazione, non solo fisica ma anche animica, il che può degenerare in odio, malintesi e guerre. Altra strategia attuata dagli dèi è la diversità delle razze, non dovuta a soli fattori naturali ma anche all'intervento di "esseri superiori". Se ciò appare inverosimile, basti pensare a come gli uomini nel corso dei secoli siano intervenuti nella manipolazione delle razze canine, adattandole alle loro necessità.

STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA
STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA
STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA
Nel corso dei secoli tutte le religioni e tutte le sette hanno sviluppato diversi meccanismi per ottenere questi stati emotivi per avvicinare l'anima a Dio e porla incondizionatamente al suo servizio; esercizi spirituali, ritiri, corsi, conferenze ecc, ne sono un esempio. Tali meccanismi sono stati insufflati tramite subliminali alle menti duali, fragili è fortemente influenzabili dai cosiddetti "Maestri" spirituali negli ultimi Trentanni, in un periodo storico in cui qualsiasi religione, in special modo quella Cristiana, cominciò a mostrare le prime falle o lacune di quei dogmi religiosi che si rifanno ai "misteri della fede", ormai compresi e superati dagli studi sulla quantistica, vediamo qualche esempio.
 
La manifestazione e incarnazione di Dio, ritenuto "inneffabile", oppure il "non manifesto" è il figlio Gesù, un archetipo del Primo Uomo o per citare un esempio storico più recente, il Super Uomo di Nietzche. Traslando questi due archetipi nel concetto fisico-quantistico (uno manifesto e l'altro inneffabile) in termini strettamente scientifici si parla di "materia e antimateria", la materia è l'onda-particella che l'osservatore fa collassare dal suo stato ondulatorio rendendola manifesta nel mondo materiale, l'antimateria è la parte ondulatoria ancora non osservata e manifesta. 
STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMASTRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMASTRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA

Possiamo precisare che Dio è il primo creatore, ovvero la materia oscura dell'universo, quel mare quantico in attesa di essere "osservato o richiamato" attraverso la coscienza dell'uomo incarnato e consapevole che è l'osservatore. Il figlio di Dio (o Avatar) è il secondo creatore, l'essere incarnato che dotato di coscienza può fare esperienza di "sè" e attraverso la consapevolezza di creatore può richiamare e manifestare la materia in comunicazione diretta con il padre, la materia oscura dell'universo (se vogliamo la sua particella di antimateria), lo stato quantico del campo di punto zero, lo spazio, che se anche considerato vuoto è pieno di fluttuazioni del campo elettro-magnetico. 

Per quanto gli scienziati si sforzino di ottenere un dato empirico dello stato delle cose del mondo e dell'universo, la fisica quantistica resterà ancora per molto tempo una scienza inneffabile ai più, proprio in virtù della sua complessità riguardante il mondo della fisica nucleare.
Va anche ricordato che la storia del mito nell'antichità aveva lo scopo di dare una spiegazione quantistica dell'esistenza dei sistemi solari con tutti i loro pianeti e delle galassie attraverso la personificazione di divinità, basti pensare ai nomi dei pianeti.
 
 
STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA
STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA
STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA

La luna corrisponde alla Vergine Maria (Iside nella tradizione Egizia), Marte il Dio della guerra, mercurio il Dio dell'eloquenza, Giove il re di tutti gli dèi dell'Olimpo, Venere dea dell'amore, Saturno divinità romana dell'abbondanza e il sole è Helios la divinità greca, oppure Horus divinità egizia. La religione Cristiana discende dal culto del sole. Se invece vogliamo fare un parallelo con le religioni Orientali, i sette pianeti corrispondono ai 7 chakra o 7 ghiandole endocrine principali che in realtà sono 9 più 1 come i pianeti (mancano infatti Plutone Urano e Nettuno) a formare il ben noto albero della vita, e sono rispettivamente: le due surrenali, la milza o splena, il timo, tiroide e paratiroide, la pituitaria, la pineale, l'ipofisi e l'epifisi.

STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMASTRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA

Dalla mitologia antica si sono ispirati tutti i tiranni di sette e religioni per tenere nascosto agli uomini la loro vera natura. Che si tratti di astronomia, astrologia, misticismo, religioni sette, spiritualismi o maestri illuminati con i quali chiunque ormai prende facilmente contatto, parla e divulga il messaggio divino, è un evidente manifestazione allucinatoria, è la proiezione di uno stato di credenze ereditate come "Karma" (un termine dal significato ormai obsoleto) che non permette all'uomo in questo preciso momento storico di evolvere, di prendere coscienza di sè. Uno stato di ignoranza collettiva che conosciamo come la "Matrix" nella quale i poteri occulti hanno interesse a tenere schiavi gli esseri umani.

Forse qualcuno di voi all'inizio del risveglio si starà chiedendo: "ma allora c'è qualcosa che non va, se Dio ama i suoi figli come potrebbe restare indifferente alle guerre di religione, alle carneficine di anime morte in nome di Dio? Per non parlare dell'odio fra le diverse razze e altri tipi di razzismo, come quello culturale e politico". Il problema di tutto questo caos è la "Memoria", ovvero quel nobile distillato che l'uomo ha il potere di produrre per la propria evoluzione in potenza e saggezza, l'energia vitale.

Salvador Dalì "La persistenza della memoria" 1931.

Salvador Dalì "La persistenza della memoria" 1931.

Se tutte queste cose sembrano assurde teniamo presente che sono state prese direttamente dalla Bibbia, il "libro sacro" che per milioni di esseri umani è stata la guida per secoli e per molti continua ad esserlo. Con una guida così nella quale si presenta Dio come un individuo dai gusti tanto animaleschi e tanto stravaganti, non c'è da meravigliarsi che la società sia quella che è, e che le idee del mondo giudaico-cristiano vadano alla deriva come stanno andando.
 
Perché dunque dobbiamo difenderci dagli dèi? Perché a lungo andare il contatto con con loro è nocivo per noi, o perlomeno senza sapere con chi ci stiamo rapportandoe soprattutto a chi mettiamo in mano la nostra mente, la nostra volontà. La realtà è che con i tre fenomeni di: religione, spiritismo e UFO bisogna andarci con i piedi di piombo, i fanatici dello spiritismo nella sua totalità credono che le loro "guide" i loro "santi" i loro "maestri" o le loro "fratellanze cosmiche" siano i loro sostenitori, prescelti per la missione salvifica dell'umanità, mentre per altri anche una missione che consente una remunerativa fonte di guadagno e compiacimento dell'ego.
 
 
STRATEGIA E INGANNO DI SETTE E RELIGIONI PER RECLUTARE ANIMA

Tutti questi fenomeni, per quanto i fanatici di ognuno si aggrappino alla veridicità del proprio, sono in fondo la stessa cosa e hanno un'unica provenienza e scopo, impossessarsi dell'anima, (energia vitale) per mantenere basso il livello di coscienza dell'uomo, o come ci insegna la New Age lo stato vibrazionale dell'essere, manipolare la sua mente e impedire che egli possa riconquisare i suoi poteri divini.

Il prossimo articolo sarà interamente dedicato al fenomeno abduction.

Commenta il post